Menu

L'inverno di maggio: fine settimana instabile e freddo

 (temperature e gpt 500 hpa)

Uno scherzo? no, è tutto vero! l'inverno tornerà per qualche giorno a farsi sentire sull'Europa centrale e nelle specifico anche sul territorio Italico con piogge diffuse, un sensibile calo delle temperature e neve fino a quote di bassa montagna al centro.

Andiamo a vedere nel dettaglio cosa accadrà. 

La presenza stabile dell'anticiclone delle Azzorre ad ovest della Spagna, permetterà lo scivolamento di una massa d'aria molto fredda, proveniente dalla Scandinavia, sul Mediterraneo centrale. 

 (previsione anomalie termiche)

Questo impulso freddo garantirà la formazione di un vortice depressionario nel Mediterraneo nella giornata di domenica, il quale sarà accompagnato da correnti molto fredde in discesa da nord che, dalla tarda serata, causeranno un sensibile abbassamento del limite delle nevicate fin sui 600-900 metri lungo la catena appenninica centro settentrionale. 

L'impulso freddo sarà preceduto, nella giornata di sabato, da instabilità diffusa su tutte le regioni del centro Italia, specialmente lungo le coste Tirreniche, dove sarà possibile la formazione di qualche temporale.

L'instabilità e il freddo non risparmieranno le regioni settentrionali dove il limite delle nevicate potrà localmente raggiungere i fondovalle o comunque attestarsi a quote collinari.

 (piogge domenica)

Facendo un rapido cenno anche alla ventilazione va segnalato che nella giornata di domenica, e anche per tutta la giornata di lunedì, la stessa ruoterà dai quadranti settentrionali e si presenterà di moderata-forte intensità. 

Cosa accadrà nei giorni a seguire? 

Molto probabilmente l'instabilità non abbandonerà del tutto le nostre regioni, facendosi sentire principalmente nelle ore pomeridiane  (soprattutto nelle zone interne del centro a ridosso dei rilievi appenninici). 

Tuttavia le temperature, dall'8 del mese, torneranno gradualmente ad aumentare riportandosi nella media del periodo.

Ferri Bontempi Gianni

03/05/2019