Menu

Nuova ondata di calore in arrivo sull'Italia

 (temperature a 1500 metri)

Dopo una lunga pausa dal caldo intenso avutasi nella prima e nella seconda parte del mese di luglio, ecco che sul finire del mese il caldo Africano tornerà nuovamente a farsi sentire su tutta la penisola. 

Nelle prossime ore, l'alta pressione già presente sull'Italia, tenderà a rinforzarsi ulteriormente richiamando a se aria più calda di origine nord Africana.

Ad onor del vero il ramo più caldo sarà relegato, come nelle ondate precedenti avutesi nel mese di giugno, ad occidente, interessando di conseguenza Spagna, Francia e parte della Germania (dove le temperature saranno nuovamente prossime ai 40°c).

Sulle regioni centrali e, più in generale, lungo tutto lo stivale, le temperature si presenteranno si sopra la media del periodo, ma senza caratteri di eccezionalità. Si tratta di un'ondata di calore comunque intensa, ma tutto sommato abbastanza normale all'interno del periodo più caldo dell'estate (che solitamente va dagli ultimi 10 giorni di luglio fino ai primi 15 giorni d'agosto). 

Il caldo in aumento sarà accompagnato da tempo stabile un po' ovunque, salvo le consuete velature che si potranno comunque formare nelle ore più calde della giornata, e con la ventilazione che si presenterà quasi assente. 

 (cedimento HP)

Probabilmente a partire dal fine settimana (27-28 luglio) l'alta pressione tenderà a perdere forza, permettendo ad aria più fresca e instabile di interessare il Mediterraneo centrale. Torneranno cosi i temporali pomeridiani nelle zone interne del centro, accompagnati da un ritorno nella media delle temperature, sia al solo che in quota. 

Successivamente sembra ipotizzabile un nuovo aumento termico sul Mediterraneo centrale che, vista la distanza temporale, è ancora da confermare e da valutare attentamente. 

Rinviamo quindi per ulteriori analisi al prossimo editoriale e auguriamo una buona settimana estiva a tutti i lettori! 

22/07/2019

Ferri Bontempi Gianni