Menu

Che tempo farà realmente nel weekend

Da qualche giorno si sta facendo largo l'ipotesi di un peggioramento del tempo a ridosso del weekend venturo, quello del 27-28 luglio, e come sempre sono già partiti i vari titoli a rialzo, fra i più noti portali meteorologici del web, per tentare di accaparrarsi più utense possibili.

Digitando la parola "meteo" sulla home di google leggiamo di tutto e di più, siamo immersi e bombardati da informazioni fasulle o comunque architettate per fare audience e colpire l'occhio inesperto del lettore.

Andando per gradi va detto che il cedimento dell'alta pressione nel fine settimana ci sarà, a causa della spinta di aria più fresca e instabile di matrice nord Atlantica che riuscirà a relegare l'alta Africana verso sud, ma ovviamente le conseguenze non saranno catastrofiche come paventato.

L'ingresso freddo causerà la formazione di un minimo depressionario sul Mar Tirreno in grado di apportare, fra la giornata di sabato e quella di domenica, un graduale peggioramento delle condizioni atmosferiche su nord e Centro Italia, mentre il sud dovrebbe rimanere ai margini del peggioramento.

L'aria più fredda, a contatto con quella calda preesistente e con un mare molto caldo, darà vita a rovesci sparsi a macchia di leopardo, localmente anche temporaleschi, specialmente sulle regioni settentrionali e su quelle centrali Tirreniche.

Le temperature diminuiranno di 6-8°c, portandosi al di sotto delle medie stagionali, mentre la ventilazione si presenterà sostenuta e occidentale. 

Le condizioni atmosferiche tenderanno a migliorare già da lunedì grazie a una graduale rimonta anticiclonica, anche se nelle ore pomeridiane insisteranno rovesci e temporali nelle zone interne del centro (almeno fino alla metà della prossima settimana). 

Si tratta quindi di una classica "rottura estiva", nulla di eccezionale o di mai visto, che come tale determinerà un peggioramento deciso del tempo e un brusco calo delle temperature. 

Fenomeni temporaleschi intensi, grandinate, trombe marine, hanno contrassegnato le nostri estati da tempi immemori e non sono di certo fenomeni eccezionali o mai visti come si cerca di far passare sul web. 

Quando si smetterà di lucrare sulla meteorologia? probabilmente mai .. 

25/07/2019

Ferri Bontempi Gianni