Menu

Anticipo d'estate su Sud Italia e Isole maggiori, molto caldo anche su Lazio, bassa Umbria e Campania

In queste ore aria più "fredda" sta scivolando sui settori orientali della nostra penisola determinando un lieve peggioramento delle condizioni atmosferiche sulle regioni centro meridionali (nelle quali è lecito attendersi deboli o al più moderati rovesci). 

Ovviamente anche le temperature ne stanno risentendo, abbassandosi sensibilmente soprattutto lungo le regioni adriatiche.

Messo alle spalle questo rapido peggioramento del tempo, ecco che l'alta pressione tornerà a farla da padrona su tutto il Mediterraneo centrale con valori di 1020 - 1025 hpa

La giornata di mercoledì sarà una sorta di intermezzo: vedrà si un rialzo delle temperature ma ancora abbastanza contenuto, con le massime e le minime che si attesteranno all'interno di valori tutto sommato consoni per il periodo.

A preoccupare è quanto accadrà successivamente, a partire da giovedì 16.

caldo fine settimana (valori previsti a 1500 metri)

L'alta pressione tenderà a rinforzarsi in sede Mediterranea coadiuvata dall'anticiclone Nord africano che, da giovedì a domenica, espanderà il suo dominio sulle regioni centro meridionali, determinando cosi un deciso aumento delle temperature.

Guardando in particolare a Sicilia e Sardegna centro meridionale, possiamo legittimamente affermare che la fase a cui stiamo andando incontro è classificabile come una vera e propria parentesi estiva. Le temperature su Sicilia e Sardegna, a partire da giovedì, aumenteranno sensibilmente fino a raggiungere nel weekend il loro apice, toccando punte di 30 gradi centigradi. 

Il caldo si farà sentire, fra giovedì 16 e domenica 19, anche su Calabria e regioni tirreniche centro meridionali (vedi Lazio, Campania, Umbria meridionale e bassa Toscana), dove le temperature non raggiungeranno i 30 gradi, ma potrebbero comunque raggiungere valori di poco inferiori (massime di 25/28 gradi).

Un breve cenno va fatto anche per le condizioni atmosferiche che ci accompagneranno durante la settimana perché, trovandoci all'interno di una fase altopressoria sembra scontato che sarà il sole a caratterizzare le nostre giornate ma bisogna in realtà fare attenzione, in quanto molto spesso, durante le fasi calde prolungate, si assiste alla formazione di nuvolosità alta sul Mar Tirreno in grado di causare temporanei annuvolamenti su regioni tirreniche e Liguria (dando vita a sporadiche pioviggini). 

Non ci soffermeremo molto sulla ventilazione che sarà prevalentemente di debole intensità e meridionale.

possibile pioggia dal 20 aprile (20 aprile)

Ci sembra invece importante accennare ad un possibile peggioramento delle condizioni atmosferiche a partire dal 20/22 aprile, il quale potrebbe lasciar presagire un'ultima decade del mese di aprile all'insegna dell'instabilità.

Tuttavia, vista la distanza temporale, non andremo più nel dettaglio e vi invitiamo a seguirci per rimanere costantemente aggiornati sugli sviluppi futuri.

Un buona settimana a tutti i nostri lettori! 

 

14/04/2020

Ferri Bontempi Gianni