Menu

Pronti per l'arrivo della pioggia? da lunedì 20 instabilità diffusa sulle regioni centrali

La stagione primaverile è iniziata dapprima con temperature sotto media e freddo simil invernale, per lasciare poi spazio ad un lungo periodo di stabilità atmosferica dal clima tardo primaverile e a tratti simil estivo, specialmente su Sud Italia e Isole maggiori. Da lunedì 20 farà la sua comparsa l'unica grande assente della stagione primaverile 2020, la pioggia

pioggia fino a giovedì 20 aprile 2020 (pioggia prevista fino a mercoledì)

Infatti, proprio in queste ore, una goccia fredda di origine Atlantica ha fatto il suo ingresso sul Mediterraneo occidentale determinando un peggioramento del tempo su Sardegna e Corsica e, dalla tarda serata di oggi, permetterà l'affacciarsi delle prime precipitazioni lungo le coste tirreniche. 

Nella giornata di lunedì l'instabilità interesserà tutte le regioni centrali, e più in generale tutta la penisola, con piogge sparse e consistenti in grado di determinare accumuli precipitativi significativi su Toscana, Umbria, Lazio, Marche e Abruzzo (nell'arco dei 10-30 mm). 

Non rimarrà a guardare nemmeno il nord Italia, specialmente i suoi settori occidentali, dove la pioggia sarà insistente e permetterà accumuli prossimi ai 70/80 mm sul Piemonte occidentale e intorno ai 50 in alcune zone della Liguria

minimo depressionario sul Tirreno (formazione del minimo depressionario)

La notte fra lunedì e martedì vedrà la formazione di un minimo depressionario a sud della Sardegna e in risalita sul Tirreno centrale.

In questa seconda fase l'instabilità interesserà maggiormente le regioni centro meridionali della penisola, quali Lazio centro-meridionale, Campania, Abruzzo, Molise, Puglia e via discorrendo, e andrà avanti almeno fino a metà settimana, esaurendosi, presumibilmente, intorno alla giornata di giovedì.

Le precipitazioni, da martedì 21, si faranno invece meno consistente su Umbria, Toscana e Marche, anche se si permarrà comunque in un contesto di generale instabilità. 

ventilazione 23 aprile (ventilazione martedì 21)

Per quanto concerne la ventilazione, questa si presenterà in un primo momento di debole intensità e proveniente dai quadranti meridionali, per poi virare, da martedì (come visibile in figura) dai quadranti settentrionali su quasi tutte le regioni centrali, eccezion fatta per il Lazio meridionale. 

Vi consigliamo di osservare bene questa immagine inerente alla ventilazione, in quanto ci permette anche di notare l'effettiva posizione del minimo depressionario sul Tirreno (ovvero davanti le coste di basso Lazio e Campania, laddove è visibile la della "vorticità").

L'avvento di questo peggioramento atmosferico porterà con se anche un abbassamento delle temperature, le quali torneranno su valori più consoni al periodo o anche leggermente al di sotto delle medie stagionali.

Per maggiori informazioni o dettagli vi invitiamo a visionare il nostro bollettino previsionale giornaliero: http://www.meteocentroitalia.it/previsioni.html.

 

Ferri Bontempi Gianni

19/04/2020