Menu

Caldo al centro sud fino al 10 di maggio, poi possibile fase instabile sull'Italia

 (alta pressione in espansione sull'Italia)

Alta pressione e caldo, sarà questo il mantra dei prossimi giorni sulle regioni centro meridionali.

Nelle prossime ore infatti, l'affondo di una goccia fredda sulla penisola Iberica determinerà la rapida risalita di un promontorio di alta pressione verso l'Italia, in grado di regalare un fine settimana a dir poco tardo primaverile.

Le aree maggiormente interessate dal caldo, che molto probabilmente ci accompagnerà fino al prossimo lunedì, saranno le regione centrali tirreniche e quelle meridionali, con Sicilia e Sardegna in pole.

Nelle zone interne di Sardegna, Sicilia, Calabria e Puglia, fra sabato e lunedì si potranno raggiungere i 27-30 gradi, mentre su Toscana, Umbria, Lazio e nelle zone interne di Marche e Abruzzo si potranno facilmente toccare i 25-27 gradi. 

Maggio sembra quindi riservarci una prima decade decisamente calda e secca, il che rappresenta indubbiamente un cattivo "presagio" in vista della stagione estiva che, salvo sorprese, rischia di diventare critica da un punto di vista idrico.

 (possibile ingresso di aria più fredda da ovest)

Fortunatamente questa prima fiammata calda dovremmo essere smorzata, fra lunedì e martedì, da una lieve ondulazione della corrente a getto che facendosi più meridionale potrebbe interessare con i suoi impulsi più freschi e umidi anche le regioni centro settentrionali della nostra penisola. 

Tuttavia questo possibile "break" deve ancora essere confermato nel dettaglio, per cui vi rimandiamo al nostro bollettino previsionali per maggiori dettagli.

 (seconda fiammata calda)

Attenzione poi a quello che potrebbe a cadere dal 15 del mese, con una nuova fiammata calda di origine africana pronta ad interessare il Mediterraneo centrale e questa volta in maniera ancor più intensa. 

Vista la distanza temporale ci auguriamo che questo possa non accadare in quanto, come si evince dalla mappa, l'onda calda assumerebbe questa volta connotati davvero preoccupanti per la stagione. 

07/05/2020

Ferri Bontempi Gianni