Menu

Finalmente autunno!

Dopo un’estate che non sembra voler mai finire, ecco che improvvisamente la circolazione atmosferica cambierà decisamente riportandoci verso una situazione climatica più consona al periodo attuale.

La grande depressione islandese che ha caratterizzato il meteo del Nord Europa durante questa estate, non era riuscita finora a sfondare il possente promontorio anticiclonico subtropicale che invece ha arroventato il nostro paese nel periodo estivo e che anche in questo avvio di Settembre non ha concesso nessun cedimento. Ora, complice uno spostamento retrogrado dell'alta Azzorriana e uno scivolamento verso Est del promontorio africano, stiamo assistendo ad un progressivo indebolimento della pressione atmosferica che favorirà l’insinuarsi di un flusso di correnti atlantiche più fresche e umide che in queste ore stanno già dilagando sul Mediterraneo, formando i primi temporali sulle coste tirreniche ed entroterra appenninico.

A metà settimana entreremo nel clou del peggioramento che ci catapulterà in pieno autunno, quando la depressione Islandese solitamente stazionaria sul mare del nord, allungherà le sue propaggini fin sul Mediterraneo, portando con se aria molto più fresca e soprattutto accentuando l’instabilità atmosferica. Assisteremo ad un deciso crollo delle temperature e dei valori barici e non è da escludersi la formazione di una depressione sul mar ligure con conseguente maltempo persistente su tutta l’area occidentale della penisola.

Le temperature in un primo momento, precisamente fra il 24 e il 25 del mese, subiranno un rialzo per via del “respiro” caldo della depressone che farà fluire aria più calda africana sul suo lato orientale, per poi crollare decisamente su valori inferiori alla media per il periodo.

Bisognerà fare attenzione ai fenomeni che potranno svilupparsi, in quanto la ciclogenesi temporalesca sarà fortemente alimentata dalle alte temperature superficiali del mar mediterraneo (24-28 gradi) che ancora risentono del forte irraggiamento solare ricevuto in quest’estate, per cui si potrà assistere a fenomeni particolarmente violenti, con grandinate e colpi di vento.

Sul finire della settimana la depressione si porterà verso sud-est andando ad interessare più da vicino le coste ioniche e la Sicilia per poi dirigersi indebolita verso l’area balcanica. Già da lunedì la pressione tenderà a ristabilirsi, facendo tornare il bel tempo un po’ ovunque.

In sintesi siamo alla vigilia della transizione dall'estate all'autunno con la quale dimenticheremo le calde giornate afose dell’ultimo periodo, sperando che le stesse ci regalino anche perturbazioni cariche di pioggia vista la situazione eccessivamente siccitosa che stiamo attraversando quest'anno.

 

Andrea Nicoletti

21/09/2020