Menu

Luglio 2019 è l'ottavo più caldo dal 1800

 (anomalia termica luglio 2019)

Stando ai dati riportati dal centro di calcolo CNR-ISAC, anche il mese di luglio ha chiuso nettamente al di sopra delle medie stagionali, classificandosi addirittura come l'ottavo più caldo dal 1800. 

Per quanto riguarda i dati veri e propri, il mese di luglio si è attestato 2 gradi sopra la media inerente al periodo 1971-2000, facendo cosi registrare l'ennesima anomalia termica positiva. 

Le zone che hanno risentito maggiormente del caldo in eccesso sono state le regioni settentrionali, specialmente quelle di nord ovest, e le regioni centrali Tirreniche dove il discostamento dalle medie ha ecceduto addirittura i 2 gradi centigradi.

Il mese di luglio più caldo di sempre risale al 2015, quando l'anomalia positiva, sempre a livello italico, tocco i 3.52 gradi centigradi; mentre quello più freddo risale al 1813 quando, secondo le carte di rianalisi, si toccò un'anomalia termica negativa di 4.45 gradi.

Da un punto di vista pluviometrico il mese di luglio è all'incirca in media, anzi in alcune zone anche al di sopra di essa, grazie ad un paio di ingressi perturbati dall'atlantico che hanno garantito precipitazioni diffuse e intense. 

Anche il mese di agosto molto probabilmente proseguirà sulla falsariga dei precedenti, facendo segnare, con buone probabilità, l'ennesima anomalia termica positiva della stagione estiva. 

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a seguirci e a rimanere sempre aggiornati. 

07/08/2019

Ferri Bontempi Gianni