Menu

Resoconto 2018: 281 gli eventi climatici rilevanti

Nel corso del 2018 si sono verificati ben 281 eventi climatici rilevanti, registrati all'interno dell'EM-DAT (International Disaster Database), e che hanno causato la morte di circa 10.733 persone. 

Il 2018 è trascorso all'insegna di un'intensa attività sismica in Indonesia, di inondazioni in India e di una serie di disastri in Giappone, per non parlare della forte attività vulcanica, la più intensa degli ultimi 18 anni. 

Sono ben 7 gli eventi vulcanici rilevanti e meritano sicuramente di essere ricordate l'eruzione del Volcán de Fuego in Guatemala, che ha ucciso oltre 400 persone e colpito oltre 1,7 milioni, e l'eruzione del Krakatau in Indonesia, la quale ha provocato uno tsunami che ha ucciso oltre 400 persone nelle isole di Sumatra e Giava.

Si sono avuti poi circa 20 episodi di terremoti e tsunami con la concentrazione dei danni in Indonesia e in Nuova Guinea. Infatti, nei primi mesi dell'anno, una serie di terremoti, avutisi in Papua Nuova Guinea, hanno causato circa 180 morti e hanno colpito oltre mezzo milione di persone, molte delle quali vivevano in altopiani remoti difficili da raggiungere per i soccorritori.

In Indonesia l'isola di Lombok ha subito svariati terremoti, il più mortale verificatosi il 5 agosto, che ha causato la morte di 564 persone. Il 28 settembre un terremoto ha innescato una colata di fango e uno tsunami sull'isola di Sulawesi provocando la morte di 3.400 persone (il più grave disastro del 2018).

Si sono avute inoltre ben 84 tempeste, delle quali 2 (forse le più intense) hanno colpito gli Stati Uniti, la Cina, l'Asia, l'India, il Giappone e le Filippine.

Sono state circa 108 le inondazioni e ben 9 gli incendi, fra i quali merita di essere ricordato quello che ha colpito la California nel mese di novembre, provocando danni per 16,5 miliardi di dollari e causando la morte di 88 persone. 

Nonostante questa serie di eventi dannosi, va segnalata una tendenza nel 2018 verso la riduzione dei tassi di mortalità per eventi meteo-climatici avversi, sulla scorta del trend positivo degli anni precedenti.

 

01-02-2019

Gianni Ferri Bontempi