Logo

INTENSA FASE CALDA AL VIA, QUANTO DURERA'?

La prima parte dell'estate 2020 è stata fino a questo momento dominata dall'alta pressione delle Azzorre, la quale ci ha regalato fino ad ora temperature non troppo elevate come non accadeva da anni, in quanto a dominare nelle estati del nuovo millennio è stato quasi sempre il temuto anticiclone africano, portatore di caldo intenso e prolungato. 

Nel corso della settimana tuttavia vivremo la fase più calda dell'estate, a causa dell'espansione verso nord della fascia delle alte pressioni subtropicali che in questo periodo raggiungono il picco di estensione verso nord nell'emisfero boreale. 

Sull'Italia quindi a dominare non sarà propio il temuto anticiclone africano, ma sarà sempre l'Azzorriano il quale però riceverà anche un discreto contributo africano. Da tale scenario ne scaturirà una forte ondata di calore, anche grazie a alti geopotenziali in quota che favoriranno un ulteriore compressione della massa d'aria e conseguente ulteriore salita termica

Nella mappa sinottica possiamo osservare la configurazione barica attesa per giovedì che dovrebbe rappresentare l'apice della fase calda. In evidenza il forte ed esteso campo di alta pressione a dominare lo scenario barico europeo, incentivato anche da una profonda bassa pressione in atlantico responsabile del richiamo caldo dai quadranti meridionali.  

Ci attendono quindi tante giornate soleggiate sulle regioni centrali con temperature massime che tra mercoledì e venerdì potranno sfiorare i 38/40 gradi nelle zone interne. Valori più contenuti lungo le coste dove tuttavia avremo anche tassi maggiori di umidità, con caldo percepito maggiore e più fastidioso.

La ventilazione risulterà generalmente debole a regime di brezza con locali rinforzi diurni. Mari calmi o poco mossi. 

Nella mappa le temperature attese giovedì con valori che raggiungeranno i 23/25 gradi a 1400 metri.

Tali valori in quota saranno responsabili di picchi localmente anche di 40 gradi (e forse anche oltre) tra mercoledì e venerdì.

Quando finirà questa fase calda ? 

Al momento stando alle attuali proiezioni modellistiche, l'anticiclone dovrebbe iniziare ad indebolirsi nel fine settimana con lieve contrazione termica anche se il caldo resterà ancora molto intenso e le condizioni meteo stabili. 

Un cambiamento più deciso POTREBBE intervenire all'inizio della prossima settimana, quando il passaggio di una perturbazione atlantica dovrebbe porre fine all'ondata di calore. Data la distanza temporale non possiamo fornirvi dettagli precisi e dovremmo attendere ancora qualche giorno per saperne di più. 

I modelli non sono ancora concordi sulla traiettoria che seguirà la perturbazione, fondamentale per stabilire l'entità del peggioramento e del calo termico.

Concludiamo raccomandando a tutti i nostri utenti e lettori di porre attenzione al caldo intenso durante le ore centrali della giornata, soprattutto per quanto riguarda bambini, anziani e categorie a rischio

Nella mappa sinottica l'ipotetico cedimento dell'alta pressione lunedì quando sembra probabile la fine dell'ondata di calore. 

 

27/07/20

Onori Alessio

Copyright © 2015 - 2020 Associazione Meteo Centro Italia - C.F. 91074070557 - E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.