Menu

Cedimento dell'alta pressione e poi crollo termico!?

L'alta pressione che continua a garantire bel tempo e temperature sopra la media lungo la nostra penisola sta per salutarci definitivamente (forse), sulla spinta di correnti più fresche di origine nord atlantica. 

 (cedimento HP).

Aria più fresca sta affluendo, già in queste ore, sui settori nord occidentali della penisola per poi spingersi verso sud, determinando un graduale abbassamento delle temperature e un ritorno dell'instabilità a macchia di leopardo specialmente nelle zone interne del centro.

La situazione rimarrà tale almeno fino alla metà della prossima settimana quando, probabilmente, potremmo avere a che fare con quella che sarebbe la prima vera perturbazione dell'autunno 2020.

 (ingresso aria fredda).

Dalla mappa è possibile notare come la spinta dell'anticiclone delle Azzorre verso nord est garantirebbe, dal 26-26 del mese, la discesa di aria più fredda verso la nostra penisola, in grado di dar vita ad vasta area depressionaria in sede mediterranea. 

La distanza temporale non permette ancora di entrare nel dettaglio, ma se la configurazione dovesse andare in porto precipitazioni sparse e temperature al di sotto delle medie stagionali ci farebbero passare, in pochi giorni, dall'estate settembrina all'autunno inoltrato.

Rimandiamo alle nostre previsioni giornaliere per i dettagli meteo del peggioramento venturo.

Buona Domenica a tutti da parte di tutto lo staff di Meteo Centro Italia!