Menu

dopo un'estate fresca un'autunno caldo?

Abbiamo più volte sottolineato come l'estate 2018 sia stata tutt'altro che torrida sul nostro stivale con continue correnti fresche nord orientali pronte ad evitare l'arrivo dell'aria calda nord Africana, stile estate 2017. Inoltre il continuo afflusso di correnti fresche ha anche garantito un notevole apporto pluviometrico su tutte le regioni dell'Italia centrale e più in generale dell'intera penisola. 

Dai primi di settembre però la situazione si è praticamente ribaltata; l'aria fresca che ci aveva protetto nel periodo estivo non è stata più in grado di salvaguardare il clima del nostro continente, permettendo stavolta l'afflusso di aria decisamente mite per il periodo che di conseguenza ha fatto registrare un settembre simil estivo, sopra la media del periodo di +1/+2 gradi. A peggiorare la situazione è stata la "secca", infatti sempre il mese di settembre si è contraddistinto per lo scarso apporto pluviometrico, anche se va detto che questo dato preoccupa decisamente meno in quanto le piogge avutesi dal periodo invernale ad oggi sono state comunque notevoli. 

A preoccupare è invece la situazione attuale che al momento sta proseguendo sulla falsariga acquista nel mese precedente. L'alta pressione Azzorriana sta garantendo tempo stabile e temperature notevolmente al di sopra della media del periodo anche nel mese di ottobre.

Basti pensare che nella giornata odierna la nostra stazione di rilevamento meteorologico situata al centro di Terni (TR), ha registrato una temperatura massima prossima ai 28 gradi, facendo segnare un sopra media di almeno 3 gradi.

I dati vengono poi confermati anche dalle nostre stazioni di rilevamento montano situate, una a Colle Bertone (TR) a 1100 metri di quota presso l'Hotel Don Bosco, e l'altra al Rifugio Sebastiani del CAI sezione di Rieti. Le centraline stanno registrando dati decisamente anomali, basti pensare che a 1800 metri sul M. Terminillo si raggiungono facilmente nelle ore diurne i 12/13 gradi, mentre a Colle Bertone addirittura si sfiorano i 18/20 gradi. 

Dati davvero anomali che contrassegnano la persistenza di temperature decisamente anomale per il periodo lungo tutto lo stivale. 

Se e quando la situazione cambierà al momento non è dato saperlo, ma vi invitiamo a rimanere costantemente aggiornati sul nostro sito: www.meteocentroitalia.it 

 

12-10-2018

 

Gianni Ferri Bontempi

i nostri partner