Menu

previsioni a tre giorni

Mercoledì 2 dicembre 2020

𝗠𝗔𝗧𝗧𝗜𝗡𝗢: cieli molto nuvolosi su tutte le regioni centrali con piovaschi sparsi su Toscana, Umbria e Lazio. La quota neve si attesterà sui 700 - 1000 metri lungo la catena appenninica settentrionale, mentre su quella centrale il limite della neve si posizionerà sui 1200 - 1300 metri.

𝗣𝗢𝗠𝗘𝗥𝗜𝗚𝗚𝗜𝗢: le condizioni atmosferiche tenderanno ulteriormente a peggiorare con piogge sparse su tutte le regioni centrali, ma in modo particolare su Lazio, Umbria e Marche, dove gli accumuli precipitativi si faranno ingenti (sul Lazio centro-meridionale possibili picchi di pioggia di oltre 50-60 mm, prestare attenzione). La quota neve si manterrà stazionaria sull'Appennino settentrionale, mentre su quello centrale subirà un momentaneo rialzo sulle zone meridionali di Lazio e Abruzzo dove potrà raggiungere i 2000 metri di quota.

𝗡𝗢𝗧𝗧𝗘: l'instabilità interesserà maggiormente le regioni adriatiche e le zone interne del centro. La quota neve tornerà ad attestarsi sui 1000 - 1300 metri.

𝗩𝗲𝗻𝘁𝗶: moderati - forti da sud.

𝗧𝗲𝗺𝗽𝗲𝗿𝗮𝘁𝘂𝗿𝗲: Min 4-8°c - 7-14°c

Attendibilità previsione 90%  

 


Giovedì 3 dicembre 2020

Rispetto alla giornata precedente le condizioni meteorologiche si presenteranno in leggero miglioramento grazie all'allontanarsi del minimo depressionario. Tuttavia residui rovesci saranno ancora possibili lungo le regioni tirreniche e nelle zone interne del centro, con nevicate a partire dai 900 - 1300 metri di quota.

𝗩𝗲𝗻𝘁𝗶: deboli da sud ovest.

𝗧𝗲𝗺𝗽𝗲𝗿𝗮𝘁𝘂𝗿𝗲: in leggero calo.

Attendibilità previsione 70%


Venerdì 4 dicembre 2020 

Le condizioni atmosferiche si manterranno instabili con cieli molto nuvolosi e possibili piovaschi su Toscana, Umbria e Lazio. Dalla tarda serata un nuovo peggioramento del tempo si affaccerà dalla Toscana con precipitazioni decisamente più intense.

𝗩𝗲𝗻𝘁𝗶:in rinforzo dai quadranti meridionali.

𝗧𝗲𝗺𝗽𝗲𝗿𝗮𝘁𝘂𝗿𝗲: in rialzo.

Attendibilità previsione: 55%

Aggiornamento 01/12/2020 

L'attendibilità delle previsioni viene calcolata in base alla distanza temporale dall'evento e alla difficoltà della previsione.