Menu

Analisi peggioramento lunedì 2 marzo 2020

 (pioggia prevista oggi)

Nella giornata di ieri le condizioni meteorologiche sono tornate nuovamente a peggiorare sotto la spinta di correnti umide occidentali.

Piogge sparse hanno interessato tutte le regioni tirreniche, accompagnate da nevicate al di sopra dei 1700-1900 metri di quota. 

Cosa accadrà nella giornata di oggi, lunedì 2 marzo 2020?

Oggi assisteremo ad un ulteriore peggioramento del tempo di stampo nord Atlantico. 

Al mattino e nel primo pomeriggio a farla da padrone sarà la ventilazione che si presenterà in graduale rinforzo dai quadranti meridionali, con raffiche che potranno raggiungere anche i 70-90 km/h lungo le coste tirreniche e nelle zone interne a ridosso dei rilievi appenninici. Invitiamo dunque alla massima attenzione. 

 (ventilazione oggi)

Nel primo pomeriggio inizieranno ad affacciarsi sulla Toscana nord occidentali i primi rovesci, localmente anche a carattere di temporale, i quali si estenderanno rapidamente anche a Umbria e Lazio. 

Sarà decisamente meno esposto ai fenomeni il versante Adriatico, coperto dalla barriera appenninica e soggetto a una forte ventilazione di caduta che tenderà a limitare le precipitazioni seccando l'aria. Qualche rovescio sarà comunque possibile nelle zone interne di Marche e Abruzzo, più difficile lungo le coste. 

Le precipitazioni insisteranno fino a sera un po' ovunque, facendosi decisamente più intense e insistenti sul Frusinate e sul Reatino, localmente anche nel Ternano, nel Viterbese, nel Grossetano e anche nelle zone di Massa e Carrara, Lucca e Pistoia

La neve inizialmente cadrà a quote molto alte, oltre i 2000 metri di quota. Nella notte e nella giornata di martedì, grazie ad una graduale diminuzione termica, qualche rovescio nevoso potrà spingersi fino ai 1000 - 1200 metri di quota, regalando nuovamente qualche centimetro di neve fresca agli impianti sciistici del centro Italia.

La ventilazione rimarrà sostenuta fino alla mattinata di martedì, quando finalmente tenderà a smorzarsi un po' ovunque, garantendo ancora qualche raffica notevole solamente sulle zone pedemontane del versante Adriatico. 

 

02/03/2020

Ferri Bontempi Gianni