Menu

Detti e proverbi sul tempo: scopriamo cosa dice la tradizione! Ci sono evidenze scientifiche?

Sappiamo tutti che prima che esistessero strumenti affidabili per la previsione del tempo, le genti osservavano la natura per prevedere quello che sarebbe accaduto da li a poco. Alcune di queste conoscenze sono state tramandate fino a noi sotto forma di detti o proverbi, soventemente derivanti dalle osservazioni effettuati dai capitani delle navi che avevano ovviamente la necessità di conoscere le condizioni atmosferiche a cui andavano incontro. 

Uno dei proverbi tradizionali più conosciuti è "rosso di sera bel tempo si spera"

Iniziamo dal dire che il cielo appare molto rosso, all'alba e al tramonto, perché i raggi solari, che arrivano alla terra dopo aver attraversato la bassa atmosfera, hanno perso alcune frequenze, precisamente quelle blu-violette, lasciando invece prevalere le frequenze tendenti al rosso.

Considerando che nell'emisfero settentrionale la maggior parte dei sistemi depressionari si sposta da ovest verso est, il cielo molto rosso al tramonto (ovest) indica che il giorno successivo molto probabilmente ci sarà bel tempo. Mentre, di contro, il cielo molto rosso all'alba potrebbe presagire il contrario, ovvero uno spostamento di un campo di alta pressione ad est con conseguente peggioramento sull'Italia da ovest (rosso di mattina la pioggia si avvicina).

Un'altro detto famoso recita "la luna con l’anello non porta tempo bello".

Bisogna dire che anche questo detto popolare contiene un fondo di verità in quanto, l’alone visibile attorno al sole o alla luna è un fenomeno ottico riconducibile alla presenza dei cirrostrati, i quali sono spesso associati ad un aumento dell’umidità in quota ed annunciano l’arrivo di un fronte caldo. Se l’alone è visibile, pioggia o neve potrebbero seguire.

L'alone si forma a cuasa di un fenomeno ottico: i cristalli di ghiaccio, di cui queste nubi sono costituite, diffondono e deviano i raggi luminosi creando questo "anello" o "cerchio" intorno a sole o luna.

Inoltre la dimensione dell’anello potrebbe essere un’indicazione della vicinanza della perturbazione perché l’anello sembra apparire più o meno grande a seconda della quota delle nubi: più sono basse, maggiore appare la sua larghezza e più prossimo il brutto tempo (essendo le nubi medie quelle solitamente foriere di precipitazioni).

Alcune previsioni del tempo, senza base scientifica, sono talvolta collegate a festività religiose

Nel Regno Unito si dice che se piove nel giorno di S. Swithun (15 luglio), pioverà anche per i prossimi 40 giorni. Questo perché sembra che nel giorno dello spostamento delle reliquie del vescovo (971 d.c) sia caduta un'abbondantissima pioggia.

In Russia si afferma che le condizioni atmosferiche del 1°ottobre diano indicazioni sulla rigidità dell'inverno imminente.

Andando avanti, e tornando all'Italia, il 2 febbraio si festeggia la Candelora per la quale esiste il detto: "per la santa Candelora se tempesta o se gragnola dall'inverno siamo fora; ma se è sole o solicello siamo solo a mezzo inverno".

 

Ferri Bontempi Gianni