Menu

Ancora qualche temporale nelle zone interne del centro, poi parentesi estiva

fase estiva 24 giugno 2020

L'alta pressione e l'estate stanno latitando, inutile nascondersi, e al loro posto la scena è stata occupata dall'instabilità, principalmente pomeridiana e dai fenomeni violenti che a più riprese hanno interessato con grandinate, piogge intense e forti raffiche di vento molte zone di centro e nord Italia; fra l'altro proprio in queste ore fenomeni temporaleschi violenti stanno interessando tutto il settentrione (vi invitiamo a prestare attenzione).

Fino al weekend la situazione rimarrà pressoché invariata con la nostra penisola che sarà ancora sotto lo scacco di correnti più fresche provenienti dalla penisola balcanica e con l'alta pressione delle Azzorre ancora relegata più ad ovest, all'incirca sulla Spagna. 

Questa situazione continuerà a favorire la formazione di rovesci e temporali pomeridiani nelle zone interne del centro a ridosso dei rilievi, seppur decisamente più localizzati rispetto ai giorni scorsi e ancorati alla dorsale appenninica.

La prossima settimana invece inizierà con un altro passo, grazie al graduale spostamento del promontorio di alta pressione presente ora sulla Spagna verso est, fin sulle nostre regioni. Fra il 22 e il 25 del mese ci attendono quindi giornate caratterizzate da sole e temperature in generale rialzo, con i valori massimi che arriveranno a toccare e talvolta anche a superare i 30 gradi. 

Attenzione però perché questa parentesi estiva potrebbe purtroppo avere vita breve, in quanto già dal 26 - 27 del mese alcuni modelli iniziano ad intravedere un nuovo cedimento dell'alta pressione, questa volta sicuramente più tenue ma comunque sufficiente a garantire il ritorno dell'instabilità pomeridiana nelle zone interne del centro. 

Per maggiori informazioni vi invitiamo a seguire costantemente il nostro bollettino previsionali giornaliero e le nostre pagine social. 

 

19/06/20

Ferri Bontempi Gianni